Sonia Bergamasco

Sonia Bergamasco è nata a  Milano dove si è diplomata in pianoforte al Conservatorio Giuseppe Verdi e in recitazione alla Scuola del Piccolo Teatro diretta da Giorgio Strehler. Ha debuttato in Arlecchino servitore di due padroni diretto da Giorgio Strehler.  Ha poi collaborato  con Massimo Castri, Glauco Mauri, Theodoros Terzopoulos. E’ stata  la Fatina dell’edizione teatrale e televisiva di Pinocchio,diretto e interpretato da Carmelo Bene.
Interprete e regista di Giorni in bianco, monologo tratto dal racconto “Il trentesimo anno” di Ingeborg Bachmann,debutta come autrice nello spettacolo-concerto Orfeo bambino.Harealizzato, per l’edizione 2007 del Festival Internazionale di letteratura per ragazzi, lo spettacolo La voce viene da molto lontano, da un racconto di Antonio Skàrmeta. Nel 2008 ha diretto e interpretato Croce edelizia, recital-concerto che la vede anche interprete dellemusiche al pianoforte.

Nel cinema, dopo il cortometraggio D’estate di Silvio Soldini, è protagonista del film L’amore probabilmente di Giuseppe Bertolucci. Tra gli interpreti della Meglio gioventù, di Marco Tullio Giordana  (Nastro d’argento 2004 come attrice protagonista) e con la regia di Liliana Cavani in De Gasperi, per cui riceve il Premio Flaiano 2005. Ancora con Liliana Cavani, nel 2007, è tra i protagonisti del film Einstein. Nei filmMusikanten e Niente è come sembra di Franco Battiato,  e in Tutti pazzi per amore di RiccardoMilani.    Per la regia di Giuseppe Piccioni, nel film Giulia non esce la sera. Si dedica anche al repertorio per voce recitante-cantante che va dal melologo romantico da concerto al repertorio per ensemble o orchestra novecentesco e contemporaneo. È Pia de Tolomei nell’opera da camera Pia di Azio Corghi ( Settimane Musicali di Siena ). Nel 2006 è Donna Elvira nella prima mondiale dell’opera Il Dissoluto assolto di Azio Corghi, su libretto di José Saramago ( Teatro San Carlo di Lisbona e  Teatro alla Scala di Milano).  È poi interprete dell’opera per bambini Le due Regine,  musicata da Azio Corghi (incisione CD  Ricordi). È Belisa nel Don Perlimplin di Bruno Maderna per La Biennale di Venezia. Interpreta Poudre d’Ophélia di Azio Corghi per il Teatro Lirico di Cagliari . Per  Taormina Arte scrive e interpreta con Fabrizio Gifuni lo spettacolo musicale I kiss your hands, catalogo semiserio delle lettere mozartiane.

Nel 1999 ha inciso il Pierrot lunaire di Schoenberg (ed. ARTS) e nel 2005 il CD Recitarsonando, antologia di melologhi per voce e pianoforte (RaiTrade).

Share Post