Rerum al “NO GAP FESTIVAL 2016”

Campi Bisenzio (FI), Circolo Arci D. Manetti, 11 giugno 2016

Su invito di Iacopo Fossi e Matteo Fazzini di AsdQUARTO TEMPO”, sabato 11 giugno alcuni Soci di Rerum hanno partecipato ad una festa di sport, amicizia e colori.

Tale è stata l’edizione 2016 di “No Gap Festival”, svoltasi nello Spazio Sportivo “Renato Bettini” di Campi Bisenzio (Firenze).

L’iniziativa promossa dall’Asd “Quarto Tempo”, ha visto la partecipazione, oltre ad altre Associazioni Sportive e Paralimpiche del territorio, di numerose famiglie con i loro giovanissimi atleti.

Nella definizione “Quarto Tempo” è racchiuso il senso dell’Associazione Sportiva promotrice dell’Evento composta da atleti, tecnici, educatori, dirigenti, specialisti del settore psicologico-educativo e da tutti coloro che hanno espresso il desiderio di farne parte.

In molti sport esiste un primo e un secondo tempo che scandiscono il confronto a livello sportivo tra due squadre; esiste anche un terzo tempo dove il confronto lascia spazio alla condivisione tra coloro che prima erano “avversari”; ecco, abbiamo pensato al “quarto tempo” come rappresentazione di tempo più ampio, che nasce e si nutre nei primi tre e si dilata accompagnando la persona nel proprio percorso di vita quotidiana.

L’ equipe lavora insieme da diversi ed opera con professionalità per accompagnare ogni persona nel proprio percorso con la speranza che gli atleti, lasciando gli spogliatoi dopo la doccia ed entrando nel “quarto tempo”, portino via con sé un numero sempre maggiore di cose e che abbiano la possibilità di dare a tutto ciò che gli capita un significato sempre più ricco attraverso la propria unica legittima prospettiva ed interpretazione. 

Lo sport è lo strumento per conoscere se stessi e gli altri, per prendersi cura del proprio corpo e della propria salute, per giocare e divertirsi, per sentirsi partecipi nell’arricchimento di un progetto comune. Attraverso il gioco del calcio riuscire ad instaurare relazioni sempre più significative, condividendo con gli altri obiettivi, gioie, dispiaceri, risate e delusioni e assaporare le profonde differenze che ci sono tra noi tutti.

Questo è ciò che si è sperimentato al No Gap Festival 2016. Varie le discipline sportive proposte ai bambini con l’accompagnamento di allenatori, istruttori ed atleti: Calcio a 3, Rugby, Boxe. Tra un’attività sportiva e l’altra anche la possibilità di partecipare attivamente a due laboratori della ceramica e della lavorazione e produzione del pane.

Nel torneo di “calcio a 3” le regole del dado di Sport4Peace – Educare alla pace attraverso lo sport e il gioco, illustrate a tutte le squadre da Nicola Arcadio di Rete Europea Risorse Umane, sono state l’impegno che poi ogni giovane atleta ha cercato di applicare a sé e verso gli altri nel corso delle varie partite del torneo.

Queste le 6 regole di Sport4Peace, una per ogni lato del dado:

1) Dare il meglio di sé, partecipare con gioia        2) Essere onesti con se stessi e con gli altri

3) Non mollare mai, anche quando è difficile       4) Trattare tutti con rispetto: ciascuno è importante

5) Applaudire il successo altrui come il proprio   6) Grandi mete si possono raggiungere solo insieme

Servizio fotografico a cura di Rerum.

Share Post