Oltre la Barriera. Una partita da vincere! è argomento di tesi di laurea

Università degli Studi di Firenze, 4 luglio 2016

Maria Teresa Molinu, neo laureata in Scienze dell’Educazione Sociale presso l’Università degli Studi di Firenze ha portato come argomento di tesi:

Sport for Development and Peace: il Gioco e lo Sport come costruttori di Pace

La tesi – ci ha scritto Maria Teresa – dopo aver analizzato lo sport sotto diversi punti di vista: come comunicazione interculturale, come strumento educativo per lo sviluppo dei bambini e dei giovani e come un mezzo per superare i conflitti, illustra il progetto INTERCULTURA 2.0 La città plurale verso un nuovo umanesimocurato da Rerum.eu – Rete Europea Risorse Umane.

Mi è parso racchiudesse tutti questi aspetti dello sport, per questo ho deciso di inserirlo nel mio lavoro. Lo sport, infatti, è un ottimo luogo di incontro dove non si tiene conto delle differenze culturali, anzi ne viene fatto tesoro; le parole straniero o clandestino non hanno più significato, poiché in mezzo al campo ci sono solo giocatori.

Costruire, attraverso lo sport, un mondo formato da persone provenienti da tutte le parti del mondo sembra un sogno, un’illusione per una società che guarda ad un modello multiculturale che viaggia su due linee parallele senza mai incontrarsi. Affinché il sogno possa diventare realtà è necessario un grande lavoro.

Il progetto INTERCULTURA 2.0 La città plurale verso un nuovo umanesimo”, culminato con l’evento sportivo OLTRE LA BARRIERA. Una partita da vincere!, insieme a tanti altri piccoli e grandi passi, ci fa capire che un altro mondo è possibile.

Alla dottoressa Molinu il grazie da parte di Rete Europea Risorse Umane e le più vive congratulazioni.

Share Post